GROTTAMMARE – «E’ una situazione che si fa sempre più pesante e drammatica calcisticamente parlando – così ha esordito Pino Aniello al termine del match perso contro l’Olimpia Agnonese – La prestazione odierna ci ha sorpreso in negativo. I ragazzi li vedo settimanalmente durante gli allenamenti, vi posso assicurare che ce la mettono tutta»
«Qualcosa non funziona durante le partite domenicali come quella di oggi o le altre casalinghe fin qui disputate  e perse per lo più di misura e causa episodi sfavorevoli. Ma c’è di più. Esiste una paura che li blocca psicologicamente. Poteva anche starci un pareggio, ma non cerchiamo alibi abbiamo giocato sotto tono. Dobbiamo correre ai ripari e cercare almeno di tirarci fuori dalle ultime due posizioni e raggiungere quanto meno i play out. Parlerò col presidente  per trovare soluzioni a questa crisi» ha concluso il responsabile dell’area tecnica.
Il tecnico Scarfone alla domanda sulle sue dimissioni è certo: «Non ci penso proprio, non è nel mio carattere arrendermi. Non mollo. E’ la società che decide, mi rimetto alle loro scelte. Ma credo ancora di poter lavorare con questi ragazzi. Oggi la prestazione è stata al di sotto delle attese. Ho parlato a lungo con loro negli spogliatoi per trovare delle spiegazioni. Hanno avuto come un blocco psicologico eppure settimanalmente si applicano molto».
Soddisfatto l’allenatore dell’Agnonese Agovino: «Ci è andata bene, in fondo ci alleniamo e giochiamo sempre per vincere: niente pareggi in 18 gare fin qui disputate la dicono lunga. Siamo felici di aver centrato la terza vittoria in trasferta. Il nostro obiettivo rimane la salvezza. Ora ci ritroviamo ad un punto dai play off ma cercheremo di restare con i piedi per terra. Il Grottammare? E’ stato un po’ sfortunato, è in una posizione critica di classifica ma gli auguro di risollevarsi».
Il capitano Orlando non nasconde l’entusiasmo: «Vittoria che fa morale. Siamo soddisfatti, anche se un pari sarebbe stato più giusto ma il calcio a volte da, a volte toglie, noi oggi prendiamo quello che ci ha dato in più. Dovevamo riprenderci dopo il derby perso a Trivento. Il Grottammare? E’ una buona squadra, ora è in un momentaccio ma gli faccio l’in bocca al lupo più sincero».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 696 volte, 1 oggi)