ACQUAVIVA PICENA – Tradizionale partenza giovedì scorso di “Jeme a cantà Sant’Antonie” dell’Associazione culturale “San Francesco” di Acquaviva, patrocinato dal Comune di Acquaviva Picena in collaborazione con i Frati Agostiniani scalzi.

Il percorso della “questua” durerà fino a giovedì 15 gennaio e comprenderà le varie contrade e le scuole. Poi dopo un triduo di preparazione domenica 18 gennaio ci sarà la Fiera di Sant’Antonio Abate con Processione solenne e Benedizione della campagna. Grande chiusura domenica 15 Febbraio con la Festa dell’Anziano e l’estrazione della lotteria.

Giovedì sera, come rituale, i cantatori di Sant’Antonio con il loro presidente Delio Camela si sono ritrovati, per la presentazione del programma, presso il ristorante “Il Picchio” di Offida dove grazie anche alla squisita ospitalità di Natalino e Anna Bartolomei con i figli Walter e Massimiliano nonché la signora Laura, hanno potuto anticipare alcuni “stornelli” degustando le specialità della casa preparate dallo Chef Emilio Pasqualini.
Non è mancata neanche quest’anno una spruzzata di “sambenedettesità” con il capogruppo di AN in Consiglio Comunale Pasqualino Piunti che ha riproposto “Nuttate de lune” accompagnato dal Campione del mondo di organetto Giuliano Cameli, un’ottima partenza per questa 24^ edizione che esalta le tradizioni del nostro territorio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.082 volte, 1 oggi)