SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Con gli arrivi dell’attaccante Fabrizio Cammarata, del difensore esterno Ciro Sirignano e del centrocampista Andrea Carozza la Samb considera ufficiosamente chiuso il mercato in entrata, dichiara che a partire da mercoledì sta pensando solamente all’incontro casalingo con il Novara e fa sapere che da lunedì tornerà sul mercato per sfoltire la rosa.

Sulle voci che ci sarebbero degli interessamenti per il centrale difensivo Davide Moi ed il centrocampista Filippo Forò interviene il presidente Giovanni Tormenti: «Come società ci fa piacere che alcuni nostri giocato interessino altre squadre ma escludo categoricamente che possano andar via sotto qualsiasi forma, in questo momento. Poi, a fine stagione, se ci sarà qualche società importante che faranno delle richieste le valuteremo nel giusto modo. Mentre, ci tengo a ribadire, tutto quello che viene detto attualmente sul loro conto sono solo voci prive di fondamento».

Poi, per ammissione dello stesso “patron” rossoblu, ecco che potrebbe essere Andrea Briglia a fare le valige visto l’affollamento in quel settore con l’arrivo di Carozza, il recupero di Fabio Visone, il ritorno in reparto di Francesco Ferrini, i vari Forò, Palladini e via dicendo.

Intanto sembra iniziata una specie di telenovela per quanto riguarda il veterano dell’attacco Gianni Califano. Al riguardo il direttore generale Maurizo Natali butta acqua sul fuoco: «Con l’arrivo di Cammarata dovremo passare ad un 4-4-2 . Ciò comporta due attaccanti ed un centrocampista offensivo. Per impiegare Califano dovrebbero cambiare le caratteristiche dell’organico. Ed oggi lo spazio per lui non c’è».

Ma ciò non toglie che, nonostante alcuni dirigenti rossoblu continuano a fare pretattica, il suo arrivo a San Benedetto è dato per scontato già dalla prossima settimana. Al più tardi martedì. Le due società sarebbero già d’accordo su tutto. Con l’arrivo del giocatore campano il reparto avanzato potrebbe di colpo annoverare sei elementi se, oltre a Renan Pippi e  Fabrizio Cammarata si aggiungono anche i vari Emanuele Morini, Mario Titone e i due “baby” Gianmarco Piccioni e Federico Melchiorri.

Quest’ultimo con grandi chance di tornare al Giulianova. Poi ci sarebbe sempre da colmare la partenza di Cristian Cigan. Per Renan Pippi Natali intende chiudere la partita una volta per tutte: «Pippi è stato ufficialmente dichiarato incedibile in una riunione allargata della società con la presenza dell’intero staff dirigenziale al quale erano presenti, oltre all’allenatore, lo stesso giocatore ed il suo procuratore».

Tutto sembra già deciso per quanto riguarda il rinnovo del contratto di Davide Moi, la cui firma tarda però ad arrivare. Ma, anche qui, per Tormenti si tratta solo di una formalità: «C’è l’accordo e c’è la disponibilità del giocatore. Aspettiamo solo che il suo agente venga in sede per mettere nero su bianco. In questi due anni passati alla Samb tra noi, il giocatore ed il suo procuratore si è instaurato un rapporto tale da escludere fraintendimenti o incomprensioni di sorta».

Lo stesso discorso sembra valere per Francesco Ferrini con Tormenti che precisa: «Ci incontreremo entro questo mese ma neanche da quel punto di vista dovrebbero esserci problemi. Il ragazzo è contento di restare così come lo siamo noi di averlo».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.818 volte, 1 oggi)