SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Se per il sindaco Gaspari una grossa novità nella geografia politica del Consiglio comunale è un’opposizione “divisa e frazionata”, così non è per i rappresentanti cittadini del Popolo della Libertà.
Ecco il commento di Pasqualino Piunti, Bruno Gabrielli, Andrea Assenti e degli altri esponenti all’indomani della dichiarazione del sindaco che era stata resa durante una conferenza stampa sull’attuale situazione politica interna al Pd: «A chi cerca di provocare la minoranza nel tentativo di ricompattare la sua maggioranza, diciamo che ha sbagliato tempi, modi e interlocutori. Il Pdl sta bene e non soffre di nessuna delle malattie politiche che da qualche tempo hanno colpito Gaspari il quale ancora una volta dimostra la sua totale inadeguatezza a ricoprire un ruolo così importante e delicato».
Il Pdl rincara poi la dose accusando il sindaco di voler spostare il tiro rispetto alla possibile crisi di maggioranza: «Questo sindaco ha la febbre e ritiene di guarire rompendo il termometro. Per il bene della città gli consigliamo di lavorare affinché si concretizzino risposte concrete alle sue necessità e non le parole in libertà funzionali solo ad eludere le proprie responsabilità».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 644 volte, 1 oggi)