SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In questi giorni di drammatica escalation della violenza in Medio Oriente, crediamo possa essere di buon auspicio farvi ascoltare un pezzo del cantautore Denny Marini, “Raggio di Speranza”, ovvero la messa in musica e in italiano di un testo scritto da Shimon Peres, presidente dello Stato di Israele, Premio Nobel per la pace nel 1994 insieme a Yasser Arafat e Yitzhak Rabin.
Marini vive a Martinsicuro da tanti anni, ed ha origini napoletane. Personaggio musicale in ascesa, il settimanale Riviera Oggi si è occupato di lui quest’estate, con la intervista a cura di Matteo Pagnoni pubblicata nella rubrica Scorri-bande che potete leggere di seguito. Anche le immagini del servizio video non sono attualissime, risalgono infatti allo scorso settembre, quando Denny ha saputo che la sua versione italiana di Ray of Hope è stata notata dalla etichetta Songweavers.com, che l’ha scelta in una selezione nazionale e l’ha inserita nel cd “Ray of Hope” in vendita in questi giorni tramite internet, contenente versioni del testo di Peres in diverse lingue del mondo.

E proprio il web, infatti, è stato il mezzo con cui Denny Marini si è fatto notare dalla Songweavers. Tramite il suo myspace, al quale vi rimandiamo per ulteriori notizie su di lui. (www.myspace.com/dennymarinivoice).
DI SEGUITO L’INTERVISTA A DENNY MARINI FIRMATA DA MATTEO PAGNONI, USCITA SU RIVIERA OGGI NUMERO 731

Denny Marini, un filo rock che lega
Martinsicuro con l’Italia che fa bella musica

33 anni con la grinta di un giovane rocker: questo il profilo del cantante-compositore del paese del biotopo, che piace in campo nazionale ma viene dimenticato dalla sua terra d’adozione



(di Matteo Pagnoni)

Nuovo appuntamento settimanale con la rubrica Scorri–Bande, dedicata a chi la musica la fa nelle cantine, nelle soffitte, nei garage e nelle cascine di campagna. Abbiamo incontrato Denny Marini, cantante e compositore, residente a Martinsicuro.

Denny ha 33 anni, ma una passione viva come un ragazzino, ed ha una lunga esperienza nei live e nel circuito nazionale.

Denny, fuori dalla tua zona di residenza sei molto apprezzato e le tue canzoni piacciono, come mai?
«Non so spiegarlo di preciso, ma paradossalmente ho fatto più “fortuna” fuori che dentro casa mia. Nessuno è profeta in patria?»

Le tue origini partenopee hanno influito sulla tua grande passione?
«Da piccolo partecipavo a concorsi locali nella mia città di origine, Napoli, fin dall’ età di 6 anni. Mi sono trasferito a 13 anni a Martinsicuro e ho iniziato a suonare proprio a cavallo tra le Marche e l’Abruzzo con i primi gruppi rock. A Napoli devo i natali, ma la mia crescita musicale è continuata vivendo lungo la costa adriatica».

Quale genere fai tuo? Dove ti senti “a casa” quando canti?

«Il Pop e il Rock sono il mio campo d’azione, anche i miei ascolti personali sono orientati verso gli artisti che hanno queste alchimie sonore».

Quando è iniziato il tuo cammino vero nella musica?
«Dopo un lungo periodo per comporre le mie canzoni ho partecipato al Girofestival edizione 2004. Vinto il concorso, ho avuto la possibilità di girare un video clip con la canzone “Revolution” che è stata la sigla di chiusura, automaticamente ho avuto l’esigenza di trovare una formazione stabile, per promuovere la mia musica sul territorio nazionale. Ho cantato per alcuni anni con un gruppo che si chiamava “La dimensione”, poi l’anno scorso si è conclusa la mia esperienza collettiva».

Oggi dove sta andando Denny Marini?

«Da poco ho messo in piedi una band assieme all’amico Agostino Pisciella, bassista giovane ma con una bella esperienza. Abbiamo iniziato ad arrangiare diverse composizioni e la cosa ci sta prendendo molto. Stiamo preparando un EP i cui pezzi possono essere ascoltati sul mio myspace (www.myspace.com/dennymarinivoice) e siamo in cerca di un “papà” che produca la nostra musica».

Avremo la possibilità di ascoltare te e la tua band qui in Riviera?

«Mi piacerebbe molto partecipare a qualche evento qui nella mia zona per testare le nuovi canzoni, perchè amo il contatto con il pubblico. Non è escluso che per l’estate riesca a far ascoltare i miei brani a quelle persone che in questo momento ci stanno leggendo».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.246 volte, 1 oggi)