MONTEPRANDONE – Un parterre d’eccezione quello che si è presentato alla sala stampa del Comunale di Centobuchi al termine dell’incontro vinto contro la Santegidiese. Il primo a rompere gli indugi è il tecnico degli abruzzesi Beni: «C’è poco da dire: campo pessimo. Non cerchiamo scuse ma avevamo diversi assenti di peso, non potevo chiedere di più ai miei ragazzi. Abbiamo comunque peccato di ingenuità sui gol subiti».Poi è la volta del patron del Centobuchi Mongardini: «Bella vittoria, bravo il mister e bravi i giocatori su un campo impraticabile. E’ stato centrato in pieno l’ottimo lavoro settimanale. Con gli ultimi arrivati uniti alla rosa attuale e ad altri ritocchi, faremo grandi risultati, sempre restando concentrati».
C’era anche il consulente di mercato De Nicola: «Non ricopro il ruolo di direttore sportivo, tengo a precisare, pur volendo non potrei perché sono agente-consulente Fifa. A Centobuchi è in corso un progetto importante a lunga scadenza, non ci sono altri colpi di mercato. Quelli che abbiamo stanno facendo e possono ancora fare benissimo. Ho visto un’ottima squadra ben messa in campo e molto volenterosa».

Non si sottrae ai microfono nemmeno il nuovo arrivato Ingribelli: «Sono lombardo come potete sentire dal mio accento. Ho fatto otto anni nelle giovanili del Milan sotto la supervisione di Franco Baresi. Sono una punta esterna che può giocare anche all’occorrenza da punta centrale. Oggi è stata una partita molto ben giocata nonostante il pessimo terreno».
L’ultimo a prendere la parola è stato Cesani: «Abbiamo iniziato bene l’anno. Ho fatto un gol e delle belle accelerazioni ma il merito va a tutto il gruppo. Icomplimenti vanno estesi al resto dei miei compagni  tutti».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 964 volte, 1 oggi)