ASCOLI PICENO – Durante i festeggiamenti per l’ultimo dell’anno nel complesso la notte è stata relativamente tranquilla per quello che concerne l’utilizzo dei botti.

In tutta la provincia si contano due soli feriti dall’utilizzo dei giochi pirici, uno ad Ascoli Piceno, al quale sono stati concessi dieci giorni di prognosi per le ustioni riportate ad una mano, l’altro a Rapagnano, al quale sono stati concessi sette giorni di prognosi per le ustioni riportate ad una gamba;

Non si segnalano feriti nel resto della Provincia.

L’episodio che più ha colpito l’opinione pubblica si è verificato però verso le ore 1.30 della notte di San Silvestro. In Rua dei Corsi ad Ascoli Piceno è stata esplodere una bomba carta o un ordigno comunque di elevata potenza posizionato all’interno del cassonetto di raccolta dei rifiuti in vetro.

L’esplosione ha disintegrato completamente il cassonetto ed ha proiettato vetri in direzione di Via del Trivio non causando per fortuna alcun ferito. L’esplosione ha comunque causato ingenti danni sia a Palazzo dei Capitani sia all’adiacente edificio in cui ha sede il Caffè Meletti, oltre che in alcuni negozi in via del Trivio provocando la rottura dei vetri ben oltre il primo piano.

Sono in corso gli accertamenti da parte di personale della Questura. Dal Caffè Meletti fanno sapere che da parte loro viene escluso qualche atto di risentimento verso la storica struttura di piazza del Popolo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.137 volte, 1 oggi)