SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Rugby Club Sambenedettese ha deciso di festeggiare l’anno che si va chiudendo con una bellissima cena di Natale che si è tenuta lunedì 22 Dicembre presso il Ristorante il Contadino, dove circa 200 persone, tra ragazzi, genitori, accompagnatori e dirigenti hanno festeggiato assieme in un clima festoso e amichevole, un anno di Rugby difficile ma pieno di soddisfazioni, sportive, ma soprattutto morali.

Il presidente della società Aleandro Fioroni ci tiene a sottolineare che «i miei ringraziamenti sono rivolti a tutti quelli che hanno fattivamente collaborato in quest’anno solare con amore, passione e dedizione, un ringraziamento particolare all’assessore allo Sport Edo Fanini e al portavoce del sindaco Guido Renzi per aver preso parte alla nostra cena, per noi è stato veramente un onore poter condividere questo bellissimo momento con loro».

Durante la cena sono stati premiati i vari allenatori che ogni anno e soprattutto con lo stesso entusiasmo, scendono in campo con i propri ragazzi spronandoli sempre a dare il massimo e soprattutto a non arrendersi mai.

Sandro Simonetti, allenatore dell’Under 15 ci informa  che «nei quattro anni trascorsi a San Benedetto, questa è la prima volta che, lo confesso, mi sono emozionato. Non c’era mai stata una così larga partecipazione sia di ragazzi sia, soprattutto, di genitori. I tanti giocatori, oggi delle under “19” o della “17” che a loro volta sono passati per la “15”, non hanno dimenticato le vecchie amicizie e sono stati assieme come, ed era quello che volevamo, una sola grande famiglia. Mi ha emozionato il rapporto instauratosi con i genitori, un misto di rispetto, forse per l’età, e di stima per il lavoro lungo, a volte estenuante, faticoso e di grande responsabilità che settimanalmente facciamo con i loro figli».
«Siamo un gruppo straordinario, e questo, detto da un ascolano, ha un valore triplo, per di più imparare a giocare a rugby a un gruppo di ragazzi di buona qualità sportiva e anche corredati di tanta educazione, non solo è bellissimo, ma anche facile e vedere 23/24 ragazzi dopo aver cominciato in otto, è quello che amo definire il “miracolo di San Gennaro” che, annualmente si ripete» ha concluso Simonetti.
Alla cena hanno inoltre partecipato due ex atleti della società che adesso giocano per grandi club: Daniele Fratalocchi e Maurizio Zazzetta rispettivamente del Gran Parma Rugby e Rugby Colorno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.908 volte, 1 oggi)