SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La comunicazione ufficiale è pervenuta in Comune il 23 dicembre scorso con la raccomandata che porta il numero di protocollo 0068105.
La gestione delle concessioni presso la darsena turistica del porto è passata al Comune di San Benedetto, che se ne occuperà tramite il suo ufficio Demanio marittimo.

L’atto segna un importante cambio di prospettiva per quanto riguarda la gestione amministrativa dell’area portuale destinata alla nautica da diporto, un settore determinante nelle politiche turistiche e anche nell’indotto cantieristico.

Le aree interessate sono il molo del Circolo Nautico Sambenedettese e il nuovo approdo turistico adiacente al molo sud, che negli ultimi anni è stato affidato in gestione proprio al Cns.
D’ora in poi, tutte le pratiche riguardanti la darsena non dovranno più avere l’ultimo placet da parte della Capitaneria di Porto.
L’importante passaggio di competenze è stato dunque formalizzato con la comunicazione ufficiale del 23 dicembre, anche se si tratta di un iter che ha molti anni alle spalle.
Nell’ambito della revisione di quanto stabilito dal decreto del presidente del Consiglio dei Ministri del 21 dicembre 1995, è stato definito l’accordo fra Regione Marche e Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per cui la Capitaneria di Porto e quindi la Direzione Marittima di Ancona hanno trasferito alla Regione tutti gli atti sulle concessioni esistenti nell’area della darsena.
Da Palazzo Raffaello, quindi, è giunta la delega al Comune di San Benedetto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 582 volte, 1 oggi)