MARTINSICURO – Chiede dei soldi ad un uomo per affrancarsi dalla schiavitù della prostituzione, ma la richiesta era finalizzata ad una vera e propria rapina. E’ stato decisamente uno spiacevole episodio quello vissuto da un sessantenne di tortoreto che aveva preso a cuore la situazione di A.A. 26 anni, prostituta romena che aveva chiesto mille euro per potersi riscattare dai suoi sfruttatori e poter quindi cambiare vita. L’uomo ha portato la cifra richiesta alla donna, che esercitava la professione in un appartamento di Martinsicuro, ma al momento della consegna è stato rapinato da due romeni, V.N.T, di 25 anni e M.M. di 33, che lo hanno picchiato con calci e pugni e dopo essersi impossessati del denaro sono fuggiti a bordo di una mercedes con la ragazza, non prima di averlo minacciato di morte se avesse denunciato l’accaduto. L’uomo però non si è lasciato intimidire e ha chiamato i Carabinieri. Il nucleo operativo di Alba Adriatica è riuscito così a mettersi sulle tracce dell’auto in fuga e a rintracciarla e bloccarla in prossimità del casello A14 della Val Vibrata. I tre sono stati arrestati con l’accusa di rapina aggravata in concorso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 851 volte, 1 oggi)