Dal settimanale Riviera Oggi n. 757

MARTINSICURO: Stakic 18, Di Buonnato 2, Aniello 10, Di Furia 12, Gordon 16, Battista n.e., Marrone n.e., Di Francesco 9, Zappacosta 25, Scarpantponi. Allenatore: Di Francesco. Aiuto Allenatore: Santi.

PENNE: Bellaspiga 12, Marzoli 16, D’Alessandro 21, Di Marco , D’Attanasio n.e., Montaguti n.e., Gianfelice, Di Flavio n.e., Modesti n.e., Briglia 23 Franceschini n.e., Van Elwick 21. Allenatore: Di Paolo.

Arbitri: Giampietro e Di Luzio, di Pescara

Parziali: 28-33; 46-49; 67-73

Canestro all’ultimo minuto e il Penne di Marzoli tiene a distanza il Martinsicuro, ora terzo in classifica. La partita è condotta dagli ospiti truentini, mentre qualche svarione arbitrale di troppo, con dei falli in difesa non fischiati, avvantaggia il Penne. Pesante è risultata l’assenza di Antonini per la squadra di Di Francesco

«I due metodi arbitrali – ha commentato l’aiuto allenatore Stefano Santi – hanno penalizzato il Martinsicuro per tutto l’incontro, che ha perso con il punteggio di 92 a 93 per il Penne solo all’ultimo secondo del match: i nostri giocatori hanno subito numerosi e palesi falli che non sono stati fischiati o peggio ancora sono stati dati a favore della squadra avversaria. Il punto della vittoria del Penne è arrivato a 6 secondi dalla fine, per un fallo segnato a Gordon che sul campo era fermo». Nel passaggio conclusivo Van Elswick va in lunetta e segna il primo punto ma sbaglia il secondo, Gordon arpiona il rimbalzo ma riceve un colpo sul braccio e perde la palla. La rimessa è per il Penne con Marzoli che segna il punto decisivo.

«Gordon – ha concluso Santi – nell’ultimo passaggio non è riuscito nemmeno a saltare strattonato poiché strattonato da Briglia e Van Elswik, con l’arbitro Giampietro a pochi passi che faceva finta di non vedere».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 546 volte, 1 oggi)