GIULIANOVA – Due diverse rappresentazioni della Natività verranno realizzate a Giulianova nelle festività natalizie: il presepe vivente con oltre 200 figuranti che verrà messo in scena nella giornata di venerdì 26 dicembre e quello subacqueo che invece verrà mostrato domenica 28.

Si intitola “Il tempio della salvezza” la tredicesima edizione del Presepe vivente, che verrà realizzato attraverso 18 differenti scene dislocate nel centro storico della città, attrezzato anche con un percorso preferenziale per portatori di handicap e bambini a bordo di passeggini.

Di diversa fattura è invece il presepe subacqueo che potrà essere ammirato nella giornata del 28 dicembre in diverse fasi di allestimento: a partire dalle ore 10 alcuni esperti subacquei poggeranno la grotta della natività su un fondale di circa quattro metri all’interno del bacino portuale, all’altezza della banchina di riva corrispondente alla sede della Lega Navale, che ha organizzato l’evento giunto alla sua terza edizione.

A fine giornata, verso le 18, ci sarà la rappresentazione in acqua: tre distinti gruppi di sub muniti di fiaccole, partendo a nuoto in apnea da altrettanti precisi punti dello specchio d’acqua portuale, porteranno i Re Magi ad “incontrare” la grotta della natività che nel frattempo, quasi contemporaneamente, verrà fatta riemergere grazie all’ausilio di altri sub. Nello stesso momento, con effetti scenografici particolari, arriverà anche la stella cometa che partirà dall’alto della torretta dell’illuminazione posta a sud della banchina di riva. Cittadini ed appassionati potranno seguire direttamente dalla banchina di riva a pochi metri dalle scene.

Una volta riportata la grotta a riva ci sarà la benedizione del parroco don Ennio Lucantoni e la processione attraverso cui la grotta verrà portata fino alla Madonna dei Caduti  in Mare. La manifestazione si concluderà  presso la sede della Lega Navale con vin brulé e dolci natalizi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 604 volte, 1 oggi)