SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “L’approdo negato“: è il tema della giornata di martedì 23 dicembre, giorno scelto, a partire da quest’anno, per ricordare i caduti in mare. Diversi gli eventi per commemorare coloro che non hanno più fatto ritorno alla terraferma: alle ore 11 verrà deposta una corona, presso le lapidi al Molo nord; alle 17,30 il vescovo monsignor Gervasio Gestori celebrerà una messa nella cattedrale della Madonna della Marina, e infine, alle 21, è programmata una serata all’auditorium in viale De Gasperi 120.

La giornata è stata organizzata dall’Amministrazione comunale di San Benedetto in collaborazione con il Circolo dei sambenedettesi, e la partecipazione della compagnia teatrale “Ribalta Picena” e il gruppo musicale dei Marecanto.

Al molo nord, presso le lapidi che ricordano l’affondamento di vari pescherecci, saranno presenti il vicesindaco Antimo Di Francesco, la presidente del Consiglio Capriotti ed altri esponenti della giunta e del Consiglio comunale, oltre che il parroco della parrocchia della Madonna della Marina don Armando Moriconi, la presidente del Circolo dei sambenedettesi Benedetta Trevisani, gli storici Gabriele Cavezzi e Giuseppe Merlini. Alle ore 21, all’auditorium, terrà un interessante intervento sulle morti in mare il professor Renato Novelli, docente all’Università Politecnica delle Marche. Seguiranno alcune poesie in dialetto recitate da attori della “Ribalta Picena”, e infine il suggestivo concerto dei Marecanto. Il tutto con ingresso gratuito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 542 volte, 1 oggi)