ASCOLI PICENO – Agenti della Squadra Mobile hanno tratto in arresto, nel pomeriggio di venerdì 19 dicembre, l’ascolana B. P., classe 1961, pluripregiudicata, e L. A., classe 1974, di San Benedetto del Tronto, incensurato, per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

I fatti: intorno alle ore 13, transitando nel quartiere Monticelli, una pattuglia della Sezione Antidroga ha notato che la donna, tenuta sotto controllo da tempo considerati i suoi numerosi e specifici precedenti penali, consegnava furtivamente un involucro di cellophane all’uomo sambenedettese.  Poco dopo l’uomo, allontanatosi a bordo della sua auto, veniva fermato e controllato dalla pattuglia.

La perquisizione eseguita nei suoi confronti ha consentito di rinvenire l’involucro consegnatogli poco prima dalla B., che è risultato contenere circa dieci grammi di eroina. Successivamente, sono state effettuate anche le perquisizioni nelle case dei due arrestati. Nella casa di L. è stata rinvenuta un’altra dose di eroina e un bilancino elettronico di precisione.

Mentre a casa della B. sono stati sequestrati altre nove confezioni di droga, sia di eroina che di cocaina, un bilancino elettronico di precisione e oltre diecimila euro in banconote di piccolo taglio, ritenuti il provento dell’attività di spaccio, considerato che la donna non svolge alcuna attività lavorativa.

Su disposizione del P.M. Adriano Crincoli, l’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Ascoli e la donna nel carcere di Castrogno. Complessivamente lo stupefacente sequestrato, per un totale di circa cento grammi, avrebbe consentito la preparazione di oltre 400 dosi per un valore di circa 12.000 euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.843 volte, 1 oggi)