SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Presentati giovedì i tre nuovi dirigenti di struttura complessa (primari) dell’ospedale civile Madonna del Soccorso. Si tratta del dottor Francesco Perri per il reparto di Gastroenterologia, del dottor Angelo Carfagna per Medicina Veterinaria e del dottor Remo Appignanesi, direttore medico del presidio ospedaliero che entrerà in carica da fine gennaio.
Il dottor Carfagna, maceratese, era in organico presso l’ospedale già da alcuni mesi con un incarico a tempo determinato.
Per quanto riguarda il romano Perri, oltre a un numero impressionante di pubblicazioni scientifiche (298), c’è da dire che viene da una esperienza di 17 anni alla Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, l’ospedale di Padre Pio.
Appignanesi viene da esperienze organizzative con la Regione Marche.
Per quanto riguarda il reparto di Gastroenterologia, il dirigente della zona sanitaria Giuseppe Petrone ha rivolto un ringraziamento alla dottoressa Sorge e al dottor Novelli per il lavoro svolto in questi mesi in cui il posto di primario è stato vacante, aggiungendo che dopo Perri arriverà anche altro personale medico.
Gli obiettivi per questo reparto sono ambiziosi. In primo luogo, è stata fatta richiesta alla Fondazione Carisap di un finanziamento per l’acquisto di un ecoendoscopio, che dovrà arrivare nel 2009. Si tratta di una tecnica innovativa, non presente in altri ospedali della zona, fondamentale per la caratterizzazione di lesioni sottoepiteliali della parete gastrointestinale e per la definizione istologica delle neoplasie esofagee. Per la prevenzione è uno strumento migliore della Tac, sottolinea il dottor Parri.
Altri progetti ambiziosi riguardano la cosiddetta Area Vasta, ovvero la integrazione e la divisione compensativa dei servizi sanitari fra gli ospedali di San Benedetto e Ascoli. I progetti sono l’attivazione della reperibilità endoscopica 24 ore al giorno nell’ambito dell’Area Vasta e l’integrazione delle attività ambulatoriali ed endoscopiche fra i due ospedali. Significa che un paziente con problemi gastroenterologici urgenti potrà ricevere assistenza 24 ore al giorno, o ad Ascoli o a San Benedetto.
Al Madonna del Soccorso, inoltre, il programma di Petrone e Perri prevede la realizzazione di posti letto per le degenze in Gastroenterologia e, sul versante della prevenzione, un ampio screening di tutta la popolazione fra i 50 e i 69 anni. La prevenzione, come i paesi europei ci insegnano, è l’arma vincente contro i tumori del colon retto, che sono le seconde neoplasie più diffuse secondo le statistiche.
Per quanto riguarda il settore della Medicina Veterinaria, che comprende anche l’igiene degli alimenti e degli allevamenti, il dottor Carfagna ha messo in evidenza la grande professionalità esistente nei controlli sui prodotti ittici. Invece, ha aggiunto, ci sono carenze nella lotta al randagismo e all’igiene urbana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.990 volte, 1 oggi)