Realizzato in coproduzione con il Comune di Ascoli Piceno e in collaborazione con il Comune di Monsampolo del Tronto, “Pene d’Amor Perdute” verrà rappresentato in anteprima nazionale la sera del 19 al Ventidio Basso con repliche sabato 20 e domenica 21 in pomeridiana Da qui, tra il 28 gennaio e il 1 febbraio 2009 seguiranno date a Offida, Porto San Giorgio, Mogliano, Morrovalle, Monsampolo del Tronto, per poi aprirsi una tournée su tutto il territorio nazionale tra l’estate del 2009 e l’inverno del 2010.
Dalla regia di Stefano Artissunch, la commedia vede come protagonista Marina Suma, nelle vesti della futura regina di Francia insieme ad attori quali Alessia Bedini, Piergiorgio Cinì, Stefano De Bernardin, David Quintili e Gian Paolo Valentini. Il tema dell’amore, sempre presente nelle commedie di W. Shakespeare, non smette mai, così come lo presenta l’autore, di essere attuale. Intrecci, slanci, paure e passioni sono al centro della storia, accompagnati da un buon ritmo e dalla bravura degli artisti.
Anche questo spettacolo fa parte del progetto didattico annuale curato dall’Amat, Scuola di Platea, che ha l’obbiettivo di avvicinare i giovani delle scuole secondarie della provincia di Ascoli alla visione di opere teatrali e stimolarli al commento alla conoscenza di un mondo tanto affascinante.
Altri appuntamenti teatrali della settima sono per il 18 al Teatro Alfieri di Montemarciano, il 19 al Teatro G.B. Velluti di Corridonia e il 20 al Teatro delle Energie di Grottammare con il recital letterario, “ Dall’inferno all’infinito” nel quale di Monica Guerritore ci guida magistralmente con i versi e canti iniziali dell’inferno, l’espressività della musica nelle parole di Wagner, con le passioni di Paolo e Francesca e la psicanalisi di Galimberti, lungo un percorso all’interno dell’uomo.
Emily olivia Capozucca

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 469 volte, 1 oggi)