MARTINSICURO – «Amministrare senza programmazione»: Mauro Paci, capogruppo di opposizione del Pd riassume in due parole l’attività della maggioranza Di Salvatore in questo anno e mezzo di governo cittadino.

Poche le iniziative attivate e nessuna che possa essere ricondotta ad un preciso obiettivo: «Approvare a esempio a dicembre – scrive Paci – il programma annuale e triennale delle opere pubbliche quando la legge stabilisce come data ultima il 31 ottobre, ne è la prova». In base alla legge infatti, il termine del 31 ottobre è fissato come data ultima per approvare il piano delle opere pubbliche sia annuale che triennale per dare poi il tempo ai gruppi consiliari di presentare le osservazioni e approvare il bilancio entro il 31 dicembre. «Approvare a dicembre tale atto – prosegue il capogruppo del Pd – significa che il bilancio slitterà a febbraio o marzo».

Tra i ritardi dell’amministrazione Di Salvatore, Paci elenca inoltre l’assenza di intervento per il potenziamento dell’illuminazione pubblica di Piazza Cavour e di via Roma nel centro di Martinsicuro, il rinvio al 2010 per gli interventi di riqualificazione del cinema Ambra «dopo aver dichiarato pubblicamente in sede di Consiglio Comunale che la realizzazione del cinema si riteneva prioritaria»; e i ritardi negli interventi di ampliamento sul cimitero di Martinsicuro: «Anche in questo caso – conclude Paci – si è proceduto ad approvare un progetto senza un minimo di confronto con i gruppi di opposizione. Scelta molto discutibile per i costi, quando potevano essere considerate altre ipotesi di ampliamento meno dispendiose».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 522 volte, 1 oggi)