SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Venerdi 2 gennaio, alle ore 21:30, il teatro Concordia di San Benedetto del Tronto ospita il premio “Rivelazione indie-rock dell’anno” al M.e.i. di Faenza e il prestigioso “Premio Tenco” come “Migliore Opera Prima”.

Stiamo parlando de “Le luci della centrale elettrica”, una one man band di base a Ferrara composta dal solo Vasco Brondi, classe ’84.

La giovane rivelazione della musica indipendente italiana sarà accompagnata da Giorgio Canali (chitarrista di Cccp prima e Csi poi, ora Pgr oltre ad essere produttore e collaboratore di gruppi come Verdena, Bugo, Marlene Kuntz, i francesi Noir Desire fra gli altri).

Il concerto, voluto fortemente e organizzato dall’Associazione Culturale Occhio Per Orecchio di San Benedetto del Tronto, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Ascoli Piceno e in collaborazione con Centro Giovani Casa Colonica è la naturale continuazione del progetto Maremoto Festival, giunto alla seconda edizione quest’estate, con risultati ottimi e al di sopra delle aspettative.

Biografia

“Le Luci Della Centrale Elettrica” è il progetto musicale di Vasco Brondi, nato a nel 1984 a Verona ma di base a Ferrara. A febbraio del 2007 esce un demo contenente dieci canzoni che arriva nella mani di Moltheni, noto cantautore italiano, che lo apprezza e gli chiede da subito di aprire le date del suo tour.

Le canzoni cominciano a farsi sentire anche grazie al tam tam di internet, che in poco tempo fa convergere almeno un migliaio di visite giornaliere alla pagina myspace (www.myspace.com/lelucidellacentraleelettrica) e al blog “Cosa racconteremo di questi cazzo di anni zero” (lelucidellacentraleelettrica.blogspot.com) in cui scrive quasi quotidianamente storie e descrizioni guardandosi dentro e attorno.

Escono recensioni più che positive su tutte le maggiori riviste e siti musicali (Blow up, Rockit, il Mucchio, per Rumore è demo del mese e diventerà poi demo dell’anno 2007 …). Anche l’attività live si intensifica, aprendo i concerti dei più noti gruppi indipendenti italiani come Tre Allegri Ragazzi Morti, Giorgio Canali e Rossofuoco, The Zen Circus, Zu, Il Teatro degli Orrori e viene invitato ad aprire un importante concerto sold-out a Londra di Vinicio Capossela.

A settembre 2007 comincia a lavorare con Giorgio Canali per il suo disco d’esordio che uscirà nel maggio 2008 per La Tempesta/Infecta (distribuzione Venus).

Canzoni da Spiaggia Deturpata (questo il titolo del disco) raccoglie fin da subito un enorme consenso di pubblico e di critica, che fa a gara a recensire il disco in modo splendido.

È subito copertina sul numero di Maggio della rivista Blow up, disco del mese su Rumore, disco della settimana per Il
Venerdì di Repubblica, escono ottimi articoli su tutte le maggiori riviste musicali e non.
Viene affiancato da Giorgio Canali, che entra nello spettacolo dal vivo sempre più in modo organico al progetto, in un
tour di oltre cento date che vede la partecipazione a tutti i più grandi festival estivi.
A novembre 2008 riceve riconoscimenti come il premio “Rivelazione indie-rock dell’anno” al M.E.I. di Faenza e il
prestigioso “Premio Tenco” come “Migliore Opera Prima”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.799 volte, 1 oggi)