SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quello degli allagamenti nelle abitazioni durante le piogge è un problema in cima alle preoccupazioni degli abitanti del quartiere Marina Centro. Che non hanno perso l’occasione di ripresentarlo all’amministrazione comunale durante l’ultima riunione, per voce di alcuni residenti e del presidente del comitato di quartiere Fabrizio Capriotti.

I lavori dovrebbero partire entro il 2009: si tratta di impiantare una vasca di raccolta delle acque bianche sotto via Manzoni, che tramite delle pompe idrauliche trasporterà l’acqua al mare, nella zona nord del porto.

Enti responsabili del progetto sono l’Ato e la Ciip, ovvero l’autorità d’ambito idrico e il gestore del servizio idrico integrato. Dal primo ente saranno fornite le risorse economiche, calcolate in circa un milione di euro. Il progetto tecnico, però, non si sa bene quale dei due enti debba realizzarlo.

Non è una protesta dei cittadini, o non solo. Si tratta proprio della giustificazione addotta dall’assessore ai Lavori Pubblici Leo Sestri durante l’assemblea del bilancio partecipato. «Recentemente ho partecipato a una riunione tecnica con Ato e Ciip. Mi hanno detto che alcune questioni tecniche hanno rallentato l’iter del progetto, io mi sono spazientito  per questo rimbalzo di competenze. L’Ato mi ha risposto dicendo che sperava di far partire i lavori entro il 2009. Questa speranza è anche quella dell’amministrazione comunale. Io posso solo fare da tramite».

Sestri ha poi negato che la modifica del precedente progetto fatto durante l’amministrazione Martinelli avrebbe rallentato l’iter. Quel progetto, ha ribadito l’esponente del Psi, sarebbe stato modificato per motivazioni logiche perchè l’amministrazione Gaspari ha rintenuto non congruo lo scarico delle acque piovane nella foce dell’Albula, dopo il loro transito tramite condotte che sarebbero passate sotto via Gramsci e via Ugo Bassi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 762 volte, 1 oggi)