SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una donazione di 70 mila euro all’ospedale “Madonna del Soccorso”: con questo importante contributo, la Banca Picena Truentina compie un bel gesto ripetendo una prassi consolidata da tre anni. Da rilevare che 20 mila dei 70 mila euro provengono dalla rinuncia alle strenne natalizie fatte dai dipendenti dell’istituto di credito.
Con questa somma sono stati acquistati un elettroencefalografo portatile per l’Unità Operativa di Neurologia, sedici culle neonatali ed un mobile per infermeria per l’Unità Operativa di Pediatria. Non solo: una volta completate le procedure d’acquisto arriverà anche un facoemulsificatore per il reparto di Oculistica.
Attualmente, infatti, la tecnica più diffusa per il trattamento dell’opacizzazione del cristallino, ovvero della cataratta, è la facoemulsificazione, che attraverso una piccola sonda ad ultrasuoni frammenta il cristallino opaco, consentendone la rimozione attraverso un’incisione di pochi millimetri.
Lo scorso anno la banca aveva acquistato due defibrillatori amagnetici per le risonanze magnetiche nucleari e un’ambulanza dotata di attrezzatura per la rianimazione destinata alla Croce Rossa; nel 2006 inoltre un cicloergometro e un registratore holter rispettivamente per l’ambulatorio cardiologico del Distretto e per l’Unità Operativa di Medicina Interna dell’ospedale di San Benedetto del Tronto. Quest’anno, inoltre, la Picena Truentina ha donato 20 mila euro al presidio ospedaliero di Sant’Omero.
Il presidente dell’isituto di credito Gino Gasparretti e i rappresentanti dei dipendenti Marco Lucentini e Stefania Marchegiani insieme al vicedirettore Romolo Bugari sono stati pubblicamente ringraziati dal dirigente di zona territoriale Giuseppe Petrone.
Gasparetti ha colto l’occasione per parlare dei risvolti della crisi finanziaria globale, rassicurando i risparmiatori: «La nostra banca è solida, abbiamo frenato prima della tempesta e ora le nostre porte sono ancora aperte. Siamo sani e continueremo ad aiutare il nostro territorio».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 876 volte, 1 oggi)