SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per motivi di sicurezza la Polizia Municipale, di concerto con le altre forze dell’ordine, ha deciso la chiusura momentanea del traffico sul Lungomare nella corsia in direzione sud-nord da Piazza Salvo d’Acquisto alla foce dell’Albula fino all’altezza della Palazzina Azzurra.

Pesante la situazione del traffico nel centro cittadino e fino a via Voltattorni: lunghe code si sono formare fin dalle prime ore del mattino. Si invita a transitare, per chi arriva da Porto d’Ascoli, su viale Dello Sport o sulla Statale 16. Per chi va in direzione Grottammare, si consiglia, se possibile, il transito sull’A14.
STRADE Chiusa  Via dei Tamerici (che porta al Molo Sud). Interdetto al traffico anche il pezzo tra via Fiscaletti e Marinai d’Italia. La furia delle onde che hanno imperversato sull’arenile della Riviera Picena per tutti il pomeriggio di ieri e per gran parte della notte ha lasciato dunque i suoi segni. In Via dei Tamerici a pochi metri dal monumento al Pescatore il ritrovo estivo “Jonathan” è andato quasi completamente distrutto. Sempre nella stessa zona la furia del mare è riuscita a sradicare una grossa palma e due di grandezza minore  risucchiandole fino alla battigia.

ALBULA La foce del torrente viene monitorata costantemente da tutti gli organi preposti. Difatti con il mare molto ingrossato e forte vento da levante le acque del torrente non hanno praticamente sbocco. Fortunatamente il letto del fiume, anche se intasato da ogni sorta di detriti, non dà particolari segni di preoccupazione.

FIUME TRONTO Tutto sotto controllo anche per quanto riguarda la foce e l’ingrossamento del fiume. Al momento non si segnalano particolari situazioni di possibili risvolti pericolosi.

FOSSO COLLETTORE  Il canale di deflusso che attraversa la Sentina è invece debordato in più parti tanto che, in mattinata, è stata decisa la chiusura del sottopasso dell’Airone dove, tra l’altro, c’è un intervento  in opera da parte della Provincia. Tutto normale invece per quanto riguarda la situazione degli altri sottopassi della città. Gli unici allagamenti segnalati fino ad ora sono nell’area che insiste tra il “Riviera delle Palme” e la Statale 16.

ARENILE Nonostante le barriere frangiflutti emerse e soffolte in più parti il mare è arrivato a lambire gli stabilimenti balneari (vedi Il Pescatore) che però, grazie al copioso ripascimento fatto nella scorsa stagione, ha evitato il peggio. Mentre le barche del Ràgn a Vela sono state “scagliate” e respinte fino ad arrivare allo stabilimento.

BOLLETTINO VIGILI DEL FUOCO Alle ore 13,50 di oggi venerdì alla stazione dei Vigili del Fuoco non vengono segnalati interventi di rilievo riguardo ad allagamenti di sottopassi o di abitazioni private tranne la rimozione di alcuni alberi in zona Campofilone.

GROTTAMMARE – Molto più grave la situazione nel comune dove in molti parti il bagnoasciuga è praticamente scomparso mentre lo stabilimento “Fish” si ritrova praticamente su palafitte (ne riferiamo con ampia fotogallery in altro articolo). L’intero percorso della pista ciclabile è coperto da pietre e detriti che la forza delle onde ha letteralmente “scagliato” verso la strada.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.226 volte, 1 oggi)