GROTTAMMARE – Si è parlato l’11 dicembre presso il Parco dei Principi, del progetto elaborato dalla Regione Marche sezione Difesa della Costa, che prevede per il litorale di Grottammare un intervento migliorativo per una estensione litoranea di 650 metri a sud della foce del Tesino, per una spesa di un milione e mezzo di euro.

Alla riunione sulla riqualificazione della spiaggia si è parlato, oltre che dell’intervento nella Perla dell’Adriatico, anche di altri interventi che riguardano i Comuni di Sirolo e Numana, il Comune di Porto Recanati, e i Comuni di Ancona, Falconara e Senigallia; l’impegno finanziario complessivo è di 33,5 milioni di euro.

«L’intervento nel Comune di Grottammare permetterà – ha precisato l’assessore regionale Carrabs– di fruire di una spiaggia più ampia dell’attuale, di migliorare i servizi e le infrastrutture necessarie alla fruizione turistico-balneare e quindi contribuirà alla valorizzazione socio-economica della città».

«Con quest’opera  – ha rilevato Luigi Merli, sindaco di Grottammare  – si completa la difesa dell’intero tratto di costa comunale, lungo sei chilometri e mezzo, dove insistono numerosi stabilimenti balneari e importanti attività economiche: un percorso iniziato negli anni ’90 con la realizzazione di più interventi tipologicamente diversi, anche per far fronte all’erosione marina. La riqualificazione della spiaggia è importante per la valorizzazione turistica della città che, nel biennio 2007-2008, ha registrato un aumento del 13 per cento degli arrivi e del 4 per cento delle presenze, sfiorando quest’anno le 500 mila presenze».

Ai lavori del convegno, introdotti dal consigliere comunale Daniele Mariani, è intervenuto anche il dirigente della Regione Vincenzo Marzialetti che ha illustrato gli aspetti tecnici dell’intervento.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 534 volte, 1 oggi)