SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La tecnologia al servizio dell’antichità. Si chiama “Marketing on line” il progetto ideato dall’ufficio Cultura del Comune di San Benedetto in collaborazione con il CED, che ha fornito il supporto tecnico, per la diffusione del patrimonio legato alle tradizioni marinare della città. Il fine dell’iniziativa, come ha spiegato l’assessore Margherita Sorge, è quello di far conoscere le nostre ricchezze oltre i confini regionali e magari quelli italiani.
Il primo ad essere coinvolto nella virtualizzazione è stato il Museo delle Anfore, protagonista di un tour virtuale a cui si potrà accedere tramite il sito www.museodelleanfore.it.
Gli internauti potranno “visitare” le quattro stanze della struttura, osservando anche nel dettaglio e in alta definizione i singoli reperti, corredati da scheda esplicativa con caratteristiche e provenienza.
La realizzazione del progetto è stata coadiuvata da un gruppo di esperti: il presidente dell’Archeoclub Giovanni Ciarrocchi, lo storico Gabriele Cavezzi, Piergiuseppe Paci, che si è occupato della traduzione di tutti i contenuti del sito web e Ileana Piunti, responsabile del museo.

La parte tecnica è stata affidata, dietro consulenza del dottor Mauro Cecchi dell’ufficio informatico del Comune, alla ditta Promesis di Ferrara per una spesa complessiva di 3 mila euro.
La dottoressa Roberta Spinelli e l’assessore Sorge hanno sottolineato che questo è solo il primo passo verso la diffusione in rete di quello che sarà, nel giro di un anno, il Polo Museale della Civiltà Marinara, comprendente il Museo Ittico, la Pinacoteca e il Palazzo Bice Piacentini. Per il progetto sono già stati stanziati circa 300 mila euro e ci si sta adoperando per ottenerne ulteriori 220 mila dai Fondi europei per la salvaguardia del patrimonio culturale.
L’obiettivo principale dell’operazione di virtualizzazione delle strutture museali è quello della valorizzazione delle ricchezze culturali del Piceno, nella speranza che il tour virtuale induca i visitatori a recarsi di persona ad ammirare le preziose testimonianze della civiltà del mare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 770 volte, 1 oggi)