SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Nella mattinata di martedi i fratelli Travaglini sono comparsi al cospetto del Gip Annalisa Gianfelice. Dopo aver ascoltato le loro deposizioni e gli interventi dei rispettivi avvocati il magistrato ha disposto la liberazione, con effetto immediato, dagli arresti domiciliari in quel di Ripatransone per Vincenzo Travaglini, rappresentato dall’avvocato Laura Capecci, dopo che questo si è dichiarato assolutamente estraneo ai fatti a lui contestati per il ritrovamento dello stoccaggio in località Valle del Forno.

Da precisare che lo stesso non avrebbe mai partecipato, direttamente o indirettamente, alle attività del fratello. Per lui rimane l’obbligo di firma presso il locale Comando dei Carabinieri. Mentre per Gaspare Travaglini lo stesso Gip ha tramutato gli arresti presso il carcere di Marino del Tronto in domiciliari presso la sua abitazione di San Benedetto.

Da precisare inoltre che le diverse comunicazioni in merito allo stato giuridico dei due riferite durante la conferenza stampa di ieri pomeriggio presso la sede del Comando dei Carabinieri sono da imputarsi al semplice fatto che, in quel tempo, non erano ancora arrivate le comunicazioni relative alle ultime delibere del Gip Gianfelice.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.822 volte, 1 oggi)