MARTINSICURO – Il tendone delle feste è tornato in Piazza Cavour. A distanza di un anno è stato nuovamente montato nel centro di Martinsicuro il teatro-tenda messo a disposizione dalla Croce Rossa di Giulianova, che nel periodo delle feste natalizie (ma non solo) ospiterà vari spettacoli ed eventi.

Si parte sabato 13 dicembre con il primo spettacolo di una rassegna teatrale che ogni fine settimana fino al 7 febbraio proporrà rappresentazioni di compagnie marchigiane ed abruzzesi: in scena ci sarà la compagnia teatrale “2 Torri” di Tortoreto con la rappresentazione “Lu meracule de li fajule”.

Ma il programma, in via di definizione proprio in questi giorni, include anche concerti musicali, incontri multietnici, una serata karaoke, spettacoli per bambini a Natale e alla Befana, e animazione varia.

«Quest’anno gli eventi sono stati organizzati con fondi derivanti esclusivamente da sponsor, enti privati e sovracomunali – ha spiegato l’assessore alla Cultura Massimo Vagnoni – quindi non avendo a disposizione una cifra precisa come lo scorso anno con gli stanziamenti del Comune, abbiamo dovuto attender fino all’ultimo per decidere date e spettacoli». Altra incognita, spiega Vagnoni, è stata la disponibilità o meno del tendone, arrivata in ritardo, e da cui dipendeva la possibilità di realizzare l’intero programma.

«Nell’organizzazione del programma – ha proseguito l’assessore – sono state coinvolte gran parte delle associazioni locali, che voglio ringraziare per la propria disponibilità ad esibirsi chiedendo compensi minimi necessari a coprire solo le spese».

E la penuria di fondi ha fatto saltare quest’anno la festa del 31 gennaio: «Organizzare una festa come quella di Capodanno con un intrattenimento minimo rischia di trasformarsi in un sicuro  insuccesso – ha spiegato Vagnoni – ma per avere ospiti musicali o di cabaret di un certo livello e offrire una degna accoglienza a coloro che intervengono alla serata è necessario un dispendio economico che non possiamo affrontare». A San Silvestro quindi, quasi sicuramente il tendone resterà deserto, a meno che non ci siano altre associazioni che decidano di chiederne l’uso al Comune.

La Pro Loco ad esempio parteciperà con tre serate – ancora in via di definizione – riguardanti uno spettacolo teatrale ad opera di un centro anziani, una serata karaoke e un intrattenimento ad opera di bande musicali abruzzesi amatoriali. Altre richieste stanno comunque ancora arrivando in Comune da parte di associazioni che chiedono di poter utilizzare il tendone nelle serate rimaste finora libere.

Per recuperare fondi da destinare alla Croce Rossa l’assessore alla Cultura ha deciso quest’anno che molto probabilmente sugli spettacoli teatrali verrà applicato un mini-biglietto da 2 euro: «Si tratta di una somma minima – ha spiegato – ma che ci permetterà di recuperare una somma da devolvere all’associazione di volontariato che per la disponibilità della struttura non ha chiesto una cifra precisa ma si è accontentata di offerte spontanee. Se avessimo dovuto affittare la struttura da ditte specializzate ci sarebbe costata svariate decine di migliaia di euro». Lo scorso anno il Comune è riuscito a devolvere alla Croce Rossa grazie anche al’impegno degli sponsor e delle offerte volontarie di privati circa 6500 euro, una cifra che si spera di riproporre anche quest’anno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 691 volte, 1 oggi)