ASCOLI PICENO – In vista delle festività il direttore della Confcommercio picena, Giorgio Fiori, rende note le previsioni sui consumi di Natale nel territorio provinciale.
Fiori sottolinea che “quest’anno nonostante l’aria di crisi e le evidenti difficoltà non ci sarà, come da tanti pronosticato e temuto, il crollo dei consumi natalizi. E ciò è dovuto- aggiunge Fiori – a tre motivi: la consueta ritualità degli acquisti; una quota della tredicesima che viene destinata alle spese e infine che in tanti esercizi (e non solo dei centri commerciali) si vende un prodotto su 3 attraverso promozioni sottocosti ed offerte speciali in genere”. “C’è inoltre – aggiunge il direttore – la  Social Card messa in campo dal Governo che certamente è poca cosa e non una misura  risolutiva in senso generale, ma è un passo importante verso le famiglie più povere”.
Per la provincia di Ascoli Piceno è prevista una crescita di consumi nel comprato alimentare. Giocattoli, libri, profumeria e prodotti tecnologici di ultima generazione rimarranno tra gli articoli favoriti per gli acquisti natalizi.
Buone notizie anche per il settore abbigliamento e calzature: certamente tra quelli che più risentono delle difficoltà, potrà beneficiare dell’ondata di acquisti per i regali natalizi più tradizionali (maglioni, camicie, guanti ecc.)
“Ma la troppa vicinanza del Natale con i saldi di fine stagione – lamenta Giorgio Fiori –  continuerà a rappresentare per il settore una negatività inquinando le vendite e spingendo i consumatori, ormai abituati ai saldi, a posticipare gli acquisti più importanti”. “Il tessuto economico della provincia di Ascoli Piceno -conclude Giorgio Fiori – pur essendo piuttosto critico ha ancora la potenzialità per reagire ma purtroppo il clima di sfiducia e di paura che si è creato porterà un po’ tutte le famiglie,  anche quelle che realisticamente non hanno problemi economici, a risparmiare in generale per le Festività Natalizie 2008, qualcosa in più rispetto al passato”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 509 volte, 1 oggi)