SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dieci anni e non sentirli, anzi: per il presidente Sandro Balducci e per Sergio Trevisani, entrambi tra i fondatori, il decennale dell’associazione Bitches Brew Jazz Club è sicuramente motivo di orgoglio e soddisfazione.

Dal 1998 sui palchi organizzati dal “Bitches” si sono visti circa 200 concerti, con la presenza di un numero elevato di spettatori. Così il prossimo 6 dicembre la ricorrenza sarà adeguatamente festeggiata nella storica sede dell’hotel International di San Benedetto (da quest’anno le esibizioni live si svolgono al Teatro Concordia) con una serata dedicata interamente alla musica. Sul palco si alterneranno Giacinto Cistola Trio, Elmar Schafer Quartet, Bb trio, Simone Maggio Trio, più jam session con altri ospiti. Il biglietto, di euro 20, verrà interamente devoluto ad un progetto di educazione e formazione in Uganda curato dall’Associazione Rena Italia Onlus.
L’associazione è nata con lo scopo di risvegliare la giusta alchimia tra pubblico e musicisti interessando un genere di musica più impegnata e meno commerciale e proponendo spettacoli live cosi come accadeva negli anni ’60. «Siamo contenti di aver costruito l’immagine di un club dedicato agli amanti della musica e lusingati dai numerosi messaggi di riconoscimento che riceviamo continuamente. Un doveroso omaggio va alla memoria di Francesco Rauchi che, come noi, ha voluto la nascita dell’associazione» spiega Sandro Balducci. «Ricordiamo con piacere la prima performance di Giovanni Allevi, nel novembre 2005, al Teatro Mercantini. Una cosa a cui teniamo particolarmente è il progetto “Concordia Vivo” con la realizzazione di 12 date in collaborazione con l’Amministrazione Comunale».

Tanti auguri, “Bitches”!

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 630 volte, 1 oggi)