MONTEPRANDONE – Aveva ricevuto la massima fiducia da patron Mongardini il giorno del suo insediamento al Centobuchi. Il pari di domenica scorsa contro il Tolentino ha rotto ogni equilibrio, e Claudio Cicchi si è ritrovato senza carica: pronto l’esonero e con lui anche per il tecnico Domenico Izzotti.

Lo abbiamo  raggiunto telefonicamente, come sempre si è dimostrato persona professionale e corretta: «Mi dispiace, non è per cattiveria ma non me la sento di parlare perché come ho detto anche ad altre testate che mi hanno contattato sono ancora abbattuto. Sapete, infatti, quanto io sia legato alla squadra del Centobuchi, voglio quindi uscire di scena senza far polemica defilandomi da questa sItuazione».

Numerosi sono stati gli attestati d’affetto che Claudio Cicchi ha ricevuto anche da gente che non conosceva. Siamo altresì convinti, conoscendolo, che si augura che il suo amato Centobuchi centri anche senza di lui i risultati che la nuova società si è prefissata.
Intanto patron Mongardini mette in cassa il primo colpo. Trasferisce dall’Arquata al Centobuchi l’attaccante Claudio Pierantozzi. Stella del calcio piceno  – è stato per anni una bandiera dell’Ascoli Calcio –  per l’ex allenatore-giocatore del Pagliare si paventa una nuova avventura quella del campionato di Serie D.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.101 volte, 1 oggi)