SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E alla fine contano poco gli inviti al risparmio da parte di Stato, Unione Europea, Corte dei Conti, anche da parte del Comune stesso, che poi si smentisce quasi come una persona che non può controllare la propria volontà.
Infatti contano poco le dichiarazioni d’intenti, quando ci sono, sulla cinghia da restringere, sulle risorse da razionalizzare, e quindi sui sacrifici da chiedere ai cittadini.
Le consulenze incombono, gli incarichi affidati dal Comune a tecnici esterni al personale comunale continuano a gravare con le loro non trascurabili cifre sui conti pubblici, lasciando molti con il perenne dubbio se la loro necessità dipenda dalla contorta burocrazia italiana o dalla non completa produttività del personale del Comune. Che peraltro è stato recentemente riorganizzato, tramite una costosa consulenza, of course.
Già: fra valutazioni d’impatto ambientale (Via, una sigla che è tutto un programma) e valutazioni ambientali strategiche (Vas), il Comune avrà bisogno di quattro nuove consulenze.
Per carità, amiamo l’ambiente e la perfetta regolarità delle procedure, ma è possibile che ogni nuova legge comporti nuovi esborsi dai salassati bilanci pubblici? O per caso finora sono state fatte delle opere pubbliche senza valutarne l’impatto con l’ambiente, tanto da rendere necessarie nuove norme? In entrambi i casi, non c’è da star allegri.
E meno male che almeno i cittadini hanno la trasparenza di un Consiglio comunale che quasi rassegnato approva una modifica al programma annuale delle consulenze esterne.
Le leggi cambiano, i fondi si tagliano, l’Ici scompare ma rischiamo strade con più buchi, la Tarsu aumenta perché così fa anche il costo della discarica, le indennità di risultato di dirigenti e direttori non si elidono. Tutto scorre, tutto è in divenire. Una delle poche certezze è che l’Italia di oggi continua ad incartarsi, sempre più macchinosa nella sua burocrazia, per capire la quale non basta più la pubblica amministrazione ma serve nuova costosa linfa. Esterna, appunto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 493 volte, 1 oggi)