SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Rivoluzione a piccoli passi. Il Porto d’Ascoli vuole rimanere in Promozione, l’ultimo posto in classifica di certo non aiuta le speranze ma l’impresa del Comunanza della passata stagione docet.

Ed è per questo che il club del presidente Amante ha deciso di far sedere in panchina Roberto Pezza. Protagonista della salita dalla Seconda alla Prima Categoria di sette anni fa, il nuovo trainer è stata individuato come la persona giusta per risollevare le sorti di questo Porto d’Ascoli dalla classifica deficitaria. Petritoli e AC Stella le sue ultime squadre, lo scorso anno a riposo, è pronto a questa nuova avventura.

Una scommessa la sua: «Mi piacciono le cose difficili. Io ci credo alla salvezza» sono state le prime parole del tecnico. Proprio questo è l’obiettivo che la società si è prefissata ad inizio stagione e che, ora più che mai, vuole raggiungere a dispetto delle tanti voci che la vorrebbero già retrocessa.

Cambio di guardia anche nel direttivo societario. Lascia Giovanni Palanca, Adamo Fiorino diventa il nuovo diesse. Il nuovo responsabile dell’area tecnica è Alessandro Alesiani, ex allenatore dei biancocelesti e dello stesso mister, coadiuvato da Andrea Alfonsi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 601 volte, 1 oggi)