SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Durante l’ultimo incontro fra amministrazione comunale e associazioni di categoria, in vista della presentazione del nuovo Piano di Spiaggia, il segretario regionale di Confesercenti Paolo Perazzoli ha avanzato la sua proposta per le nuove regole architettoniche.
L’ex sindaco ha chiesto all’amministrazione e ai tecnici di considerare la possibilità di permettere ristrutturazioni degli stabilimenti balneari che prevedano un restringimento della parte fronte mare. In contemporanea, si richiede il permesso per i concessionari di sfruttare più spazio in profondità, verso il mare cioè, da occupare con strutture di facile rimozione in cui offrire servizi ai frequentatori della spiaggia.
L’idea nasce anche dalla considerazione di rendere maggiormente visibile il mare dalla prospettiva del lungomare. Chalet meno “larghi”, dunque, ma più sviluppati verso la spiaggia. Un cambio di forma nel quale, secondo la proposta di Confesercenti, occorrerebbe mantenere e anzi aumentare la superficie di concessione balneare “edificabile”. Nello specifico, Confesercenti ha chiesto all’amministrazione di considerare l’ipotesi di aumentare di quattro metri in profondità lo spazio occupabile da strutture coperte. Un’idea, questa, che salvaguarderebbe la vista del mare dalla passeggiata, concedendo spazi ulteriori per installare strutture polifunzionali e dispositivi come i tetti suono, per limitare le emissioni acustiche delle attività musicali e ricreative in spiaggia.
Il concetto alla base di questa proposta che ora sarà valutata nell’iter di ascolto ripreso di recente dall’amministrazione comunale, se ben comprendiamo, va nella direzione di eliminare quello che potremmo definire l’effetto bunker, che spesso limita la visibilità del mare da parte di chi si trova a passare di fronte alle concessioni, passeggiando sul lungomare. E nella direzione di avere norme più flessibili per quanto riguarda cosa architettonicamente è possibile realizzare nelle strutture balneari, per favorire l’intrattenimento estivo sambenedettese e la fruizione a tutto tondo della spiaggia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 613 volte, 1 oggi)