MONTEPRANDONE – La sicurezza alimentare riguarda non solo la produzione del prodotto ma anche la conservazione e l’imballaggio dell’alimento. Il convegno organizzato da Asteria, l’Istituto per lo Sviluppo Tecnologico e la Ricerca Applicata, “Imballaggio degli alimenti”, analizza il confezionamento alimentare: martedì 16 dicembre, alle ore 15 nella sala convegni di Asteria a Centobuchi.

Oltre alla necessaria attenzione verso gli standard igienico-sanitari degli alimenti e alle metodiche di produzione, un ruolo importante viene ricoperto dall’imballaggio che deve rispettare una serie di finalità e requisiti, tra i quali certamente la protezione della merce e l’uso di materiali sempre più ecologici e riciclabili.
Il simposio è stato organizzato da Asteria, CertiEuro, Organismo di certificazione di Sistemi e Prodotti, KHC – Know How Certification, Organismo di Certificazione del Personale, Partner srl, società di consulenza e l’ASUR Marche -Zona Territoriale 6 di Fabriano.

Il simposio si aprirà con la relazione di Franco Carradori, esperto tecnico Igiene degli alimenti e auditor CertiEuro il quale illustrerà i criteri di conformità alla normativa cogente, mentre Angelo Freni, Lead Auditor KHC e CertiEuro, parlerà dei criteri di audit dei sistemi di gestione ISO 9001 e ISO 22000 in materia e Francesco Vannucci, Funzionario AUSL Fabriano, tratterà il tema relativo ai criteri di valutazione da parte delle autorità di controllo. Infine, a illustrare la norma BRC-IOP, lo standard rivolto ai produttori di imballi e confezioni per l’industria agroalimentare e materiale a contatto con alimenti sarà Giulia Valeriani, Consulente Partner Srl.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 619 volte, 1 oggi)