RIPATRANSONE – «Le tante polemiche sono valse a qualcosa e Paolo D’Erasmo fa marcia indietro sul sul progetto del gassificatore ripano»: Luigi Cava, consigliere comunale di Alleanza Nazionale, fa il punto sulla situazione dell’inceneritore che, si era ipotizzato, il comune ripano volesse impiantare nella zona di “Piazza di Coso”

«Nel consiglio comunale del 27 novembre il sindaco di Ripatransone ha riconosciuto di non aver sufficientemente coinvolto il proprio partito e ha anticipato che nelle sedi opportune porrà in essere tutti gli atti necessari per rimandare la conferenza dei servizi prevista per il gassificatore – scrive Cava –  rimettere in discussione la proposta di realizzare dell’impianto fortemente incompatibile con il paesaggio del luogo in cui sarebbe prevista la realizzazione».

«Del resto – continua il consigliere comunale – la vocazione ambientale della località “Piazza di Coso”, caratterizzata dalle vaste estensioni della macchia mediterranea, rende necessaria una profonda riflessione su interventi come la realizzazione di un gassificatore».

«Tale marcia indietro del sindaco D’Erasmo riscuote l’approvazione e il consenso di tutti – conclude Cava – ma questa decisione, per quanto condivisa ed opportuna, non può far dimenticare l’atteggiamento di totale chiusura dell’attuale amministrazione che evita qualsiasi confronto con la minoranza, in particolare, e con la cittadinanza in generale».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.

(Letto 478 volte, 1 oggi)