SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’associazione Cittadinanzattiva denuncia i disagi legati all’apertura dei nuovi cantieri presso la struttura ospedaliera “Madonna del Soccorso”: «Da sempre impegnati sul fronte della sanità per migliorare la qualità dei servizi – si legge nella nota inviata alla redazione del nostro giornale – ora, dopo l’apertura dei cantieri, l’associazione si occupa del decoro che circonda la struttura fisica ospedaliera».

«I disagi per la cittadinanza – continua la nota – sono iniziati a partire dalla chiusura del cancello corrispondente ai parcheggi blu a pagamento del torrente Albula: i cittadini per raggiungere l’entrata dell’ospedale devono passare sui malandati e pericolosi marciapiedi della statale. Speriamo quindi nella riapertura per migliorare la qualità di accesso soprattutto per le persone anziane».

Ma l’attenzione dell’associazione Cittadinanzattiva si spinge oltre: «Ci premeva però aguzzare l’attenzione anche su due grosse palme poste lungo la salita di entrata dell’ospedale tra il parcheggio blu e il posteggio della vigilanza.
Gli esperti affermano che quelle sono due palme di grosso valore e molto rare nella loro specie ma allo stato attuale sono in via di essiccazione. Ci chiediamo a chi compete la manutenzione, se al Comune, all’ospedale o a chi gestisce il parcheggio adiacente. Solleviamo la questione per capire da chi dipenda la gestione del giardino, e sollecitiamo un intervento per recuperare le due importanti palme».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 384 volte, 1 oggi)