DAZZI 5: è apparso leggermente in ritardo in occasione del primo gol veneto e poco sicuro in occasione del terzo gol restando fermo tra i pali invece di tentare l’usicta.
TINAZZI 6: si è proposto più di Ferrini ma senza mai riuscire ad offrire palloni pericolosi per i compagni più avanzati.
FORO’ 6,5: il ragazzo migliora di gara in gara e la maggiore autorità ed esperienza lo porteranno a diventare una colonna portante della squadra di Piccioni.
PALLADINI 5,5: non è nelel condizioni fisiche ideali che, alal sua età diventano determinanti per dare il meglio.
SERVI 6,5. La migliore prestazione con la maglia rossoblu. Non ha la grinta di Moi del quale però ha in più un tocco di palla più raffinato.
BONFANTI 6: fa la sua onesta gara tentando senza fortuna il colpo di testa sui corner
CIGAN 6: secondo me può fare nelle necessità il centravanti e lo ha dimostrato con un gol da bomber puro nel secondo gol contro la Pro Sesto.
FERRINI 5,5: poco convinto, specialmente quando doveva appoggiare la manovra offensiva. Per le sue caratteristiche dovrebbe stare più spesso nel vivo del gioco in un ruolo diverso da quello di terzino.
MAGNANI 5,5: schierato con il numero nove non fa mai il centravanti. Il suo ruolo è un’ala destra e dovrebbe specializzarsi sempre di più in quello specifico ruolo.
OLIVIERI 5: manca purtroppo di continuità e, fino a quando non troverà un allenatore che saprà capire perché, resterà un giocatore… a metà.
MORINI 6,5: difiicile da tenere per qualsiasi avversario, è costretto però a snaturarsi perché non ha a fianco un vero centravanti. Gli sfondamenti centrali non si addicono allel sue caratteristiche tecniche e fisiche.
TITONE 5: un giocatore double face. Chi capisce perchè è bravo-
BRIGLIA 5,5: non riesce a sostituire il miglior Palladini.
PICCIONI 6: è l’unico che trova lo specchio della porta seppur con un tentativo molto, troppo isolato per chi dovrebbe cambiare l’indirizzo di una gara

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 931 volte, 1 oggi)