GROTTAMMARE – E’ iniziata presso l’Isis “Fazzini-Mercantini” di Grottammare la prima fase di formazione del percorso di ricerca qualitativa rivolta ad un gruppo di studenti del triennio del Liceo Socio-Psico Pedagogico e Liceo Scientifico Tecnologico di Ripatransone. Il progetto finanziato dal Ministero delle Pari Opportunità riguarda le “Pratiche di orientamento, differenze di genere e cultura scientifica: un percorso di formazione per studentesse e studenti in azione”.

«Durante questi primi incontri», dichiara Mary Pazzi, coordinatrice del progetto, «cerchiamo, insieme ai docenti universitari invitati e agli studenti, di rispondere ad alcuni quesiti sulle differenze tra il genere maschile e femminile nell’approccio al mondo dello studio e del lavoro. Ad esempio, inserire nei curricoli scolastici contenuti disciplinari che tematizzino il “genere” può migliorare la didattica delle scienze? Le caratteristiche con le quali la didattica delle scienze si presenta agli studenti può essere una concausa di differenziazioni ed esclusioni di genere? Può aver senso proporre una didattica delle scienze “umanizzata” perché aperta al femminile e al maschile e che tenga conto dei diversi stili cognitivi, tipi di intelligenza? Quali sono i fattori condizionanti “di genere” messi in atto da orientatori, famiglia e gruppo di coetanei?»A queste discussioni partecipano i docenti Patrizia Caporossi, docente di Filosofia e Storia Liceo classico di Ancona e supervisore per l’Indirizzo Scienze Umane dell’Università di Macerata, Simone Giusti, docente di letteratura Direttore Agenzia Formativa L’Altra Città Grosseto e Simone Carletti, ingegnere informatico Celfi di Macerata.

Destinatari degli interventi sono stati gli alunni del triennio del Liceo Socio Psico Pedagogico e Liceo Scientifico Tecnologico del Mercantini di Ripatransone motivati ad intraprendere un percorso annuale di ricerca sui temi dell’orientamento e dei condizionamenti di genere: Valentina De Cosmis, Ina Domi, Annalisa Malaigia e Claudio Scarpantoni, Valerio Tavoletta, Antonio Josè Gaspare, Serena Bruni, Michela Mignini, Andrea Malavolta, Michele Petrocchi, Velia Amato, Letizia De Lisio, Sara De Amicis, Kira Pintacuda, Sara Mignini, Eleonora Palazzese, Erica Napoletani, Martina Ragni, Gloria D’Angelo, Antonella Ciabattoni, Sara Pignotti, Serena Laghi e Sara Maurizi. Hanno partecipato alla tre giorni di incontri anche gli alunni del terzo anno del Liceo delle Scienze Ambientali ed Architettoniche di Grottammare.

Da metà dicembre, sul sito www.caffe360.it ci saranno tutti i documenti dell’esperienza in itinere.
E’ inoltre attivo il sito nazionale www.istruzionepariopportunita.it, strutturato dal Formez e Presidenza del consiglio dei ministri Dipartimento per i diritti e le Pari Opportunità, in cui è possibile trovare tutti i dati, progetti, eventi delle 60 scuole che sul territorio nazionale sono state finanziate.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.249 volte, 1 oggi)