GROTTAMMARE – Si è svolto a Grottammare presso l’hotel Parco dei Principi, mercoledì 26 novembre il convegno organizzato dalla Fiba Confesercenti e rivolto agli operatori turistici della Riviera, allo scopo di elaborare riflessioni necessarie per migliorare l’offerta turistica.

Dopo i doverosi saluti degli organizzatori Paolo Perazzoli, segretario regionale della Confesercenti e di Ilenia Illuminati della Confesercenti locale, dell’assessore alla Cultura e Turismo di Grottammare Enrico Piergallini e del presidente del Consorzio Turistico delle Palme Alessandro Zocchi, il clima si è subito riscaldato con l’intervento del presidente dell’Aot (Associazione operatori Turistici di Grottammare) Umberto Scartozzi che ha fin dall’inizio denunciato una poca sensibilità dell’amministrazione comunale contestando la scelta di aver definito un contributo annuo di 12 mila euro al Consorzio Turistico delle Palme, e riservando agli operatori Grottammaresi una poca trasparenza.

Significativi gli interventi di Aureliano Mascaretti che ha cercato di far luce sulle scelte del turismo se sia esso rivolto alle famiglie o ai giovani, che comporterebbero scelte ricettive diverse, così da trovare a Grottammare una propria identità turistica, mentre Ilenia Illuminati ha sottolineato una mancanza di organizzazione anche da parte dell’istituzioni: «Il Comune non può permettersi di pubblicizzare i depliant l’8 luglio, a stagione già inoltrata».

Il responsabile del progetto Travel Piceno della società Start-up (una sorta di audioguida negli antichi borghi piceni, tra cui anche Grottammare), Fabio Curzi, ha avanzato una proposta concreta attraverso la pubblicizzazione in internet di Grottammare con una migliore gestione dell’immagine della cittadina, perché sempre più persone prenotano i propri viaggi attraverso la rete.

In chiusura Tiziana Capocasa, operatrice turistica proprietaria del noto bagno “Da Mario”, ha cercato di far fruttare l’incontro con un riassunto molto lucido degli interventi così da poterli confrontare con l’assemblea e l’amministrazione: «Sicuramente a Grottammare c’è da rivedere il piano spiaggia per far sì di bloccare la cementificazione della battigia, vi è bisogno di agevolare quegli operatori che vogliano rinnovare gli chalet, allungare le iniziative agli altri mesi attraverso la degestionalizzazione, prendere spunti dalle proposte dei turisti, che come ad esempio, hanno ben gradito il mercatino “Antico e le Palme”.»

L’assessore Enrico Piergallini si è detto disponibile ad impegnarsi sulle buone proposte pervenute dall’incontro e a far proprie le iniziative che potranno migliorare l’offerta turistica della Perla dell’Adriatico.

Ha concluso l’incontro Ilenia Illuminati che ci tiene a precisare «Questo di oggi è stato il primo di una serie di incontri tra gli operatori turistici, la Confesercenti e gli amministratori. Fin da ora diamo appuntamento ai presenti al prossimo incontro che si svolgerà entro i prossimi mesi sempre a Grottammare».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 581 volte, 1 oggi)