MONTEPRANDONE – Da Riviera Oggi numero 747.
Qual’è il suo giudizio sul mandato Menzietti?
«Più che positivo. In questi cinque anni abbiamo cercato di far fronte a tutti quei problemi che richiedevano un intervento immediato puntando al miglioramento e alla crescita. Per quanto riguarda lo sport è stato riabilitato il Palazzetto prima fatiscente e rinsaldato il rapporto con le associazioni. Abbiamo investito circa 1 milione di euro nel sociale e apportato migliorie al territorio con la costruzione del parcheggio e i lavori in Piazza dell’Unità».
La maggioranza si è sempre mostrata coesa e senza fratture. Forse troppo?
«C’è sempre stato un buon dialogo sia all’interno della coalizione che con l’opposizione. Possiamo ritenerci soddisfatti».
Ritiene che le primarie rimangano ancora un mezzo efficace?
«Sono a favore delle primarie ma c’è il rischio che possano rivelarsi un’arma a doppio taglio se creano frammentazioni laddove non ce ne sono. Il Partito Democratico è ancora molto giovane: per questo, è necessario evitare scossoni».
Per quanto riguarda lo sport, quali sono state le novità di questa amministrazione?
«Abbiamo cercato di rivalutare gli sport cosidetti minori e spinto molto per lo sviluppo del settore giovanile in ogni disciplina stanziando contributi economici significativi. La pallamano oggi è in serie B, ma non dimentichiamo la pallavvolo femminile, il calcio a cinque maschile e il pattinaggio con la Cento Roller e il Csi pattinaggio. Per quanto riguarda gli impianti abbiamo realizzato un secondo campo a Centobuchi potenziandolo con la tribuna e un sistema di irrigazione. Ci tengo a sottolineare il grande successo della prima “Festa dello sport” organizzata lo scorso giugno, che ha visto i ragazzi protagonisti di mini tornei nelle diverse discipline».
Ha intenzione di ricandidarsi alle prossime elezioni?
«La politica è per me una passione e resto sicuramente a disposizione di chi, più avanti, si occuperà della formazione della lista. Non si tratta però di investire una carica politica, preferisco identificarmi come portavoce del cittadino mettendomi a sua disposizione».
L’idea per la Monteprandone del futuro certo rispetterà una continuità con il lavoro già svolto. Ma di cosa c’è bisogno?
«Se verremo riconfermati alle prossime elezioni sicuramente c’è ancora del lavoro da fare. Uno dei primi interventi interesserà la viabilità per Centobuchi. Nonostante i buonissimi risultati già ottenuti dall’attuale assessore all’urbanistica, la crescita esagerata del paese impone ancora dei lavori. In progetto c’è anche la valorizzazione del settore culturale-turistico: il centro storico di Monteprandone è sicuramente poco considerato nonostante la sua posizione strategica. L’intenzione è quindi di valorizzare il borgo. In questi cinque anni abbiamo fatto molto ma non è ancora abbastanza».

LA SCHEDA

ETA’ : 34
PROFESSIONE: settore arredamento.
FAMIGLIA: sposato, senza figli.
LIBRO PREFERITO: “Il nome della rosa” di Umberto Eco.
FILM PREFERITO: tutti quelli di Dario Argento.
HOBBY: calcio.
POLITICO PREFERITO: Pier Luigi Bersani.
PARTITO: Partito Democratico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 592 volte, 1 oggi)