GROTTAMMARE – Torna in panchina dopo aver scontato tre giornate di squalifica ma per il responsabile dell’area tecnica Aniello tocca l’arduo compito di commentare l’ennesima sconfitta casalinga: «Non meritavamo di perdere. Questo delle gare casalinghe è un motivo che continua a ripetersi e meriterebbe un’analisi approfondita. Anche oggi gli episodi hanno fatto la differenza, abbiamo subito un solo tiro verso lo specchio della porta e ci è stato fatale. Gli episodi favorevoli in trasferta ci si rivoltano contro in casa. I ragazzi hanno dato davvero tutto contro un’ottima squadra come la Pro Vasto che lotterà fino alla fine per vincere il campionato».
«E’ un vero peccato quando gira così male – ha proseguito – come se non bastasse ci è caduta addosso questa tegola di Langella, un elemento sul quale puntavamo che venerdì si è dovuto ricoverare per un pneumotorace, malattia che aveva avuto anche nel marzo scorso. Difficile per un giocatore di 33 anni recuperare ancora, è probabile che smetta, non si scherza con la salute. Comunque a dicembre riapre il mercato, cercheremo di completare l’organico».
Sull’altra sponda mister Di Meo non nasconde la gioia: «Sono soddisfatto, una vittoria importante in un campo difficile e ottenuto dopo la grana iniziale dell’infortunio di Bonfiglio. Temevamo la loro voglia di farsi valere anche in casa dopo gli ottimi risultati conseguiti in trasferta. La vetta? ci fa piacere ma la strada è ancora lunga».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 715 volte, 1 oggi)