Porto d’Ascoli-Vis Carassai 1-0
PORTO D’ASCOLI (4-1-3-2): Santarelli, Fiorino, Narcisi, Filipponi, Novelli, Cipolloni, Quondamatteo, Berganzi (78’ Severo), Rossini (74’ Maurizi), Mattioli, Francucci.
A disposizione: Piunti, Angelini, Sansoni, Biancucci, Semini. Allenatore: Panetta
VIS CARASSAI (4-4-2): Cambise, Palestini, Antolini, Di Lorenzo, Marcantoni, Camaioni, Troiani, Duccini (69’ Silvestri), Costantini, Vagnoni (52’ Brandimarte), Giancaterino.
A disposizione: Terenzio, Iacoponi, Angelini, Vallorani, Benedetti. Allenatore: Silvestri.
ARBITRO: Camertoni di Macerata
ASSISTENTI: Fagiani di Fermo e Bachetti di Ascoli.
MARCATORE: 43’ Quondamatteo.
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La partita della vita. Il Porto d’Ascoli, dopo tanto subire, tira fuori orgoglio e cuore battendo la Vis Carassai. Praticamente impeccabili i biancocelesti specie sulle fasce dove sono arrivati i pericoli maggiori per i gialloblu.
Eppure il primo quarto d’ora pareva girare a favore degli ospiti con Di Lorenzo a pochi passi da Santerelli si faceva ribattere il tiro da Novelli. Troiani su punizione, Di Lorenzo di testa costringe Santarelli a deviare in angolo. Esce dal guscio il Porto d’Ascoli al 17’ con Fiorino, dalla distanza impegna Cambise in un tuffo plastico.
Ci prova pure Mattioli, gran botta respinta dalla difesa avversaria. Al 37’ cavalcata di Di Lorenzo sulla sinistra, cross in mezzo per Vagnoni che cicca la sfera. Ma la 43’ ecco il vantaggio locale: angolo di Berganzi, elegante tuffo di Quondamatteo che gonfia la rete.
Nella ripresa i biancocelesti provano a raddoppiare le marcature con Francucci che prima di punta poi in diagonale manda la palla di poco fuori. La Vis Carassai cerca di limitare i danni al 64’ quando Duccini serve Costantini che allarga per Troiani il quale crossa per Di Lorenzo, la conclusione finisce tra le braccia di Santarelli.
Al 70’ Berganzi e Francucci mettono alla prova Cambise in mischia. Silvestri al 78’ si destreggia in area, la conclusione si stampa sulla traversa. Minuti finali concitati: Mattioli di testa sfiora il raddoppio, dall’altra parte Antolini non trova la coordinazione per chiudere il match in parità.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 922 volte, 1 oggi)