COLONNELLA – L’attivazione della cassa integrazione straordinaria per 12 mesi a partire dal primo novembre: è quanto chiesto dai curatori fallimentari dell’Atr srl, una delle aziende del Gruppo Atr di Colonnella. Il provvedimento interesserà 22 dei 24 dipendenti della ditta (da cui restano esclusi un dirigente e un dipendente, quest’ultimo perché non ha maturato i 90 giorni di assunzione).

L’accordo è stato siglato nel corso di un tavolo delle relazioni industriali della Provincia, che si è tenuto giovedì 20 novembre ala presenza dell’assessore al lavoro Francesco Zoila.  L’Atr srl è stata dichiarata fallita il 31 ottobre scorso.

«Con la cassa integrazione si salvaguarda la posizione dei lavoratori – afferma Zoila – la Provincia, comunque, sta seguendo molto da vicino la sorte del gruppo industriale; ha già svolto una riunione anche con la Regione e confidiamo che il patrimonio, in termini di innovazione e occupazione, rappresentato da questa azienda non vada disperso». Il ricorso alla procedura di cassa integrazione è stato autorizzato dallo stesso Giudice delegato.
Alla riunione hanno partecipato il responsabile del servizio Relazioni industriali, Paolo Rota, il responsabile della Direzione del lavoro Antonio Rizzelli, i curatori fallimentari Marco De Siati e Luca Di Eugenio, assistiti da Luciano De Remigis, vicedirettore della Confidustria di Teramo. Per i sindacati erano presenti: per la CGIL, Giampiero Dozzi, per la CISL Antonio Liberatori; per la UIL Gianluca Di Girolamo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 881 volte, 1 oggi)