ANCONA – Prosegue il monitoraggio delle imprese agricole avviato dalla Regione Marche per sostenere le aziende del settore. Firmata la convenzione Istat-Inea per le statistiche economiche in agricoltura.

Conoscere con metodo scientifico i dati dell’agricoltura significa procedere con maggiore organizzazione, metodo e precisione alle politiche di sostegno per le imprese del settore. Sulla base di questa strategia di programma la giunta regionale ha recepito e firmato la convenzione con Istat e Inea per approfondire le rilevazioni in ambito agricolo dal punto di vista economico, statistico, contabile, applicando l’indagine REA nazionale integrata con le rilevazioni di livello centrale che tali enti già effettuano.

Si evitano dunque doppioni e sovrapposizioni di competenze, usufruendo invece dell’esperienza, nella gestione delle indagini, di istituti con grande esperienza come Istat e Inea. «Una rete di informazione contabile agricola e una base dati di conoscenza, aggiornata e monitorata sul territorio – ha detto il vicepresidente Paolo Petrini, assessore all’Agricoltura – costituiscono uno strumento di metodo per rispondere alle esigenze delle imprese agricole e una premessa per programmare il migliore sviluppo dell’agricoltura marchigiana».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 367 volte, 1 oggi)