OFFIDA – Ancora collaborazione tra il Piceno e la Sardegna nel campo dell’archeologia. L’ultimo passo del progetto Parnaso, che vede impegnati diversi enti e che si è sviluppato già dalla scorsa primavera sotto la guida di Andrea Mora della Cooperativa Idrea, è stata l’accoglienza riservata dal Comune di Offida a 14 operatori sardi provenienti per esattezza dalla provincia di Cagliari, iscritti al “Corso per operatore per i servizi di custodia e manutenzione presso siti archeologici, musei, aree culturali-ambientali valorizzate”.
Il progetto è organizzarto dallo Ial Sardegna, Ente di Formazione Professionale (capo fila del Progetto Parnaso che gestisce in partenariato con il CIOFS/FP, Villa Abbas Società Cooperativa, Legambiente Sardegna, il Liceo Artistico Statale di Cagliari e Museo Civico Archeologico “Genna Maria”.
L’iniziativa coordinata dall’assessorato all’Agricoltura, Turismo e Parchi permetterà di far conoscere il territorio Piceno per alcune delle sue peculiarità culturali, archeologiche, storiche, ambientali.
La giornata di visita ad Offida, lunedì è iniziata dall’accoglienza dell’assessore Valerio Lucciarini che presentando un po’ la realtà locale ha sottolineato il motivo per la quale Offida da diversi anni detiene il maggior numero di visitatori durante il periodo estivo.
«Offida fa parte insieme ad altri Comuni di un progetto denominato “Museo Diffuso” – prosegue l’assessore al Turismo Lucciarini – importante per diffondere e lavorare in rete con altri musei». L’assessore ha proseguito accennando l’importanza del Carnevale e di tutte le manifestazioni carnascialesche invitando i presenti a visitare in quei giorni la cittadina che si colora di “bianco e rosso” e perché no, di un possibile gemellaggio.
L’azione formativa, della durata di tre settimane sta volgendo al termine dopo visite e sopralluoghi in diverse aree archeologiche picene; la professionalità acquisita dagli operatori del corso, le riflessioni che scaturiranno dalla sinergia attivata, con il coinvolgimento ed integrazione dei locali, con cui già si collabora, sicuramente favorirà la crescita del settore ed aumenterà il coinvolgimento attivo dei cittadini (obiettivo finale del progetto Parnaso).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 847 volte, 1 oggi)