ALTIDONA – Storie da libro Cuore. Respiravano a fatica e tremavano dal freddo avvicinandosi l’uno all’altro per cercare calore e la poppata della mamma che non c’era. In queste pessime condizioni Palmarino Ferretti, tra l’altro vicesindaco di Altidona, ha trovato 12 cuccioli di cane abbandonati in un cassonetto.

Alcuni cittadini della zona, allarmati dai lamenti disperati che arrivavano da uno scatolone, hanno provveduto ad avvertire il vicesindaco, che si è precipitato sul posto per verificare di persona cosa ci fosse all’interno di quella scatola ben sigillata da uno spago.

Aperto il contenitore, la sorpresa. «Non potevo non occuparmi in prima persona di questi cuccioli – ha detto Ferretti – quando li ho trovati si lamentavano e abbaiavano in continuazione». Il vicesindaco sì è procurato latte e spray antipulci e ha prestato le prime cure ai cuccioli. Con la collaborazione di un cittadino, Nazzareno Diomedi, e di sua moglie, i cagnolini sono stati salvati da un destino certo. Uno di questi è stato adottato dallo stesso vicesindaco che ora lancia un appello. «Lanciamo un appello alla sensibilità delle persone – conferma Ferretti – affinché vengano adottati piuttosto che lasciati così piccoli in un canile». I cuccioli comunque sono autosufficenti, mangiano e bevono già da soli. Come non raccogliere l’appello di Ferretti? Per informazioni e l’adozione dei piccoli che saranno regalati a chi potrà offrire loro affetto e cure, si potrà contattare il numero 335.667147.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.544 volte, 1 oggi)