Dazzi 6,5: salva la vittoria al 90° grazie ad un ottimo senso di posizione e alla prontezza di riflessi.
Tinazzi 6,0: capitano come sempre coraggioso ma stavolta si propone meno in fase offensiva e la squadra ne risente
Forò 6,0: nessuno acuto a parte un possibile gol sul quale si fa briciare il tempo da un difensore mentre sta per appoggiare la palla in rete.
Briglia 6,0: meglio che in altre occasioni ma dovrebbe essere meno frenetico ed usare di più la testa.
Moi 6,5: il solito gladiatore che non fa rifiatare l’avversario diretto e si propone davanti quando il risultato ècompromesso: salva la vittoria al 90° grazie ad un ottimo senso di posizione e alla prontezza di riflessi.
Bonfanti 6,0: stava per favorire un gol della Pro Sesto con un’ingenuità alla quale fa in tempo a rimediare.
Cigan 6,0: meglio con i piedi che con la testa: segna un bel gol anticipando il suo marcatore, sbaglia claomorosamente un gol “bucando” la sfera con la testa.
Ferrini 6,5: fa solo in terzino ma con diligenza. A centrocampo la sua assenza si sente.
Gian Marco Piccioni 6: una bella idea e poco più ma era impossibile oggi chiedergli di più.
Marino 5: evanescente. Non riesce a convincere Piccioni che lo sostituisce alla mezzora.
Morini 7: un peperino imprendibile del quale la Samb non può fare a meno. Senza di lui sarebbe la squadra perde il 50% in imprendibilità.
Magnani 7: entra al 34′ per Marino e la squadra si trasforma mettendo la Pro Sesto alle corde dando il colpo del Ko. Tutti i takle li ha risolti a suo favore.
Titone 8: se Magnani ha portato il pareggio, Titone è stato il primo condottiero della raggiunta vittoria facendo impazzire e quindi sostituire il suo marcatore. Mai visto finora così efficace.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 782 volte, 1 oggi)