SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Il calcio è strano, gli episodi cambiano il corso delle partite, e l’umore di chi scende in campo. La Samb ha avuto una grande reazione nel secondo tempo, sintomo che il gruppo c’è e la voglia di vincere è sempre viva». La disamina di Gianni Tormenti dopo un match che ha visto un primo tempo imbarazzante e una ripresa bellissima. Per il presidente rossoblu, oltre che contro gli avversari, però, la squadra di Piccioni deve fare i conti anche con un altro nemico, la sfortuna, che si incarna nella figura dell’infermeria sempre piena. «Ogni partita siamo costretti a cambiare cinque o sei undicesimi della squadra. Non è mica facile andare avanti così. Eppure con la Pro Sesto il risultato è stato strameritato. Ora giochiamo partita per partita, la classifica non va guardata mai. Saremo sicuri della salvezza solo a quota 40 punti. Rimaniamo con i piedi per terra, comunque voglio notare come alla dodicesima giornata dell’anno scorso eravamo in una situazione di classifica peggiore rispetto a oggi».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 956 volte, 1 oggi)