SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Caso Ballarin ancora al centro del dibattito politico, dopo le novità degli ultimi giorni, l’uscita di scena della Fondazione Carisap, gli attacchi al sindaco Gaspari.
Lunedì 17 novembre alle ore 20 infatti è convocata una seduta del Consiglio comunale nella quale si discuterà un unico punto all’ordine del giorno: un atto di indirizzo per la riqualificazione dell’area dello stadio Ballarin. L’atto prenderà spunto dal testo reso pubblico nei giorni scorsi, anche se giocoforza i molti emendamenti che saranno proposti ne cambieranno il volto alla luce delle ultime novità.
L’atto prevede comunque la prossima emanazione di un bando da parte del Comune, rivolto a soggetti che siano interessati a realizzare un’opera di pubblica utilità sulla superficie del Ballarin, e poi gestirla anche per coprire i costi sostenuti.

Una sorta di accordo di programma, oppure un project financing: insomma, uno strumento tecnico, pare di capire, che manterrà al Comune la proprietà del vecchio stadio.
Anche perchè, come noto, in seguito all’acquisizione al patrimonio del Comune di quell’area, il Ballarin non può essere alienato prima di 10 anni (aprile 2018).

Intanto l’avvocato del Foro di Ascoli Luigi Romanucci ha ricevuto un incarico dal Comune per fornire un supporto legale sulla vicenda. Percepirà un compenso di duemila euro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 577 volte, 1 oggi)