TERAMO – Garantire nell’immediato continuità all’attività produttiva dell’Atr e, quindi, assicurare le retribuzioni dei dipendenti; monitorare nel breve periodo tutti gli scenari possibili affinché si possa salvaguardare l’unitarietà del gruppo, unica garanzia per la permanenza dell’attività produttiva a Colonnella e per il mantenimento dei livelli occupazionali.

Questi i due principali obiettivi emersi al tavolo di confronto istituzioni-sindacati, convocato dal Presidente Ernino D’Agostino in Provincia giovedì 13 novembre, per affrontare la grave crisi che ha sconvolto il gruppo Atr. Cinque aziende del gruppo, infatti, sono attualmente in fallimento.

All’incontro hanno partecipato rappresentanti dei sindacati e delle istituzioni, tra cui l’assessore provinciale al Lavoro e alla formazione Francesco Zoila, l’assessore regionale al Lavoro Betti Mura e il sindaco di Colonnella Marco Iustini.

«È nostra intenzione – ha sottolineato D’Agostino – seguire quotidianamente l’evolversi della situazione, sia in relazione al dramma che stanno vivendo le maestranze sia in relazione all’interesse che potenziali investitori potrebbero avere nei confronti del gruppo. Vanno infine considerate le prospettive di due stabilimenti del gruppo, attualmente in affitto con scadenza a dicembre».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.317 volte, 1 oggi)