SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Sostituiremo i segnali luminosi presso 60 incroci semaforici cittadini, predisponendo dei led luminosi che faranno risparmiare energia elettrica e permetteranno una maggiore visibilità dei segnali». Lo ha annunciato l’assessore alla Viabilità Settimio Capriotti, a margine della presentazione del nuovo studio sull’incidentalità nel territorio comunale messo a punto dall’Ufficio del Traffico.
L’assessore di Rifondazione Comunista ha aggiunto che, oltre alle misure di prevenzione per gli incidenti negli incroci più pericolosi, nel futuro non esiterà a promuovere un’azione di repressione verso gli autisti indisciplinati. Nello specifico, si parla dei sistemi di rilevazione fotografica che “inchiodano” alle proprie responsabilità coloro che, al volante, passano con il rosso.
I sistemi elettronici, assicura l’assessore, saranno gestiti dal Comune o da una società partecipata. In questo lo conforta l’opinione del consulente per il traffico, il professor Francesco Canestrari: «Si fa un errore a far gestire queste tecnologie a ditte private che prendono percentuali sulle multe fatte, per compensare il fatto che i Comuni non hanno pagato l’acquisto e l’installazione. Invece un Comune deve acquistarli, e gestirli in proprio o tramite una società partecipata. Il pubblico dà più garanzie sulla correttezza della rilevazione delle infrazioni».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.544 volte, 1 oggi)