GROTTAMMARE – Una questione che fa discutere, quella partita dall’associazione la Formica e che vede protagonisti i campi da tennis Beretti sul Lungomare della Repubblica, ed una loro (fantomatica?) chiusura. A seguire la negazione della raccolta firme nei giorni della Fiera di San Martino, a cui ha risposto il Sindaco.

Interviene ora sulla situazione il circolo locale del Partito Democratico, che dopo un’analisi che vede la nascita di diverse tipologie di associazioni a Grottammare e della positività di queste nascite, afferma che «la recente polemica sorta fra l’Associazione La Formica e l’Amministrazione Comunale ci ha allarmato. Non possiamo che registrare che alla base della querelle ci fosse, per lo meno, un equivoco ovvero un difetto di comunicazione ovvero una disinformazione. Emerge infatti che mai nessuno aveva pensato, ipotizzato o progettato di eliminare i campi da tennis. In sostanza abbiamo disturbato i cittadini “per il nulla”».

Non tutto il male vien per nuocere: i membri del Pd infatti affermano anche che «questa diatriba ci ha fatto transitare attraverso un fuoco che qualche scottatura l’ha  lasciata e fa riflettere. Perché se è vero che ogni cittadino, anche in forma associata, può esprimere il proprio dissenso su eventuali programmi o progetti dell’Amministrazione, è anche vero che gli amministratori hanno il dovere, più che il diritto, di ipotizzare soluzioni per la città. Talvolta gli amministratori (non è il caso in questione) devono valutare e prospettare nuove opportunità, sulla base delle mutate realtà del territorio, delle abitudini e degli stili di vita della popolazione e dei turisti».

Il Partito Democratico rivolge inoltre un consiglio ai cittadini che sono chiamati a dire la loro in primo luogo attraverso l’elezione dei propri rappresentanti nel Consiglio comunale. In secondo luogo sono chiamati a dire la loro «su specifiche problematiche e opportunità, informandosi su veri progetti e non su eventuali scarti di pettegolezzo assunti di quarta sponda senza alcun supporto documentale. Sotto questo aspetto, l’attività partecipativa dei cittadini alle valutazioni sull’opportunità e le priorità delle opere e delle iniziative comunali, a Grottammare ha raggiunto negli anni livelli esemplari. Altrimenti l’unico risultato è quello di creare intorno alle istituzioni un qualunquista atteggiamento di prevenzione e di diffidenza, che sono certo non sia negli obiettivi degli amici della Formica, ben attenti al ruolo delle regole della democrazia, della completa informazione dei cittadini  e del corretto uso degli organi di stampa. Nella convinzione di tale maturo spirito politico, rivolgo il mio sereno invito alla Formica ad una preventiva e  attenta verifica delle fonti  e a tale scopo il Circolo cittadino del Partito Democratico offre la più completa disponibilità a supportare eventuali iniziative di informazione o istanze condivise presso l’Amministrazione Comunale».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 440 volte, 1 oggi)